Eco di Napoli

Coronavirus: al minimo la percentuale dei tamponi positivi. E in terapia intensiva ci sono 1.000 persone in meno rispetto a due settimane fa

Tempo di lettura 1 minuto/i

Il numero di oggi è 6,1% e possiamo tradurlo come “buona notizia”. Si tratta del rapporto tra i positivi individuati oggi e il numero di tamponi fatti ed è al minimo dall’inizio dell’epidemia. Un dato che fa ben sperare perché significa che tra chi viene ‘tamponato’ ci sono meno positivi rispetto ai giorni scorsi.

I dati del nuovo bollettino della Protezione Civile riportano anche un altro dato positivo, che è il continuo calo delle persone ricoverate. Sono ancora ricoverate con sintomi 27.643 persone, 368 meno di ieri. In terapia intensiva si trovano oggi 3.079 persone, 107 meno di ieri ma soprattutto praticamente mille meno del massimo raggiunto due settimane fa: il 3 aprile erano 4.068.

Nelle ultime ventiquattr’ore sono morte 578 persone (ieri le vittime erano state 602), arrivando a un totale di decessi 21.645.

I guariti raggiungono quota 38.092, per un aumento in 24 ore di 962 unità (ieri erano state dichiarate guarite 1695 persone).

L’aumento dei malati (ovvero le persone attualmente positive) è stato pari a 1.127 unità (ieri erano stati 675) mentre i nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore sono stati 2.667 (ieri 2.972). Come detto, questi due dati assumono molto valore considerando il fatto che sono strettamente collegati al numero di tamponi fatti. Che oggi sono stati molti più di ieri. Il rapporto tra tamponi fatti e casi individuati è di 1 malato ogni 16,4 tamponi fatti, o appunto il 6,1%, il valore più basso dall’inizio dell’epidemia (negli ultimi giorni questo valore è stato in media del 9,2%).

Il numero totale di persone che hanno contratto il virus dall’inizio del contagio è 165.155.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: