Eco di Napoli

Coronavirus ko in 30 secondi in piscina: la nuova scoperta

Tempo di lettura 1 minuto/i

La piscina potrebbe rivelarsi Covid free. Più precisamente ll cloro delle piscine potrebbe inattivare il coronavirus in soli 30 secondi: a dirlo è uno studio condotto dagli scienziati dell’Imperial College di Londra. In Inghilterra, infatti, le piscine stanno riaprendo e il team di ricercatori ha voluto scoprire qual è il rischio di trasmissione del Covid-19 in acqua clorata.

Wendy Barclay, dell’Imperial College di Londra, ha dichiarato: “Abbiamo eseguito questi esperimenti nei nostri laboratori ad alto contenimento a Londra, in questo modo siamo stati in grado di misurare l’infettività del virus e la sua capacità di attaccare le cellule”.

Il cloro delle piscine potrebbe inattivare il coronavirus in soli 30 secondi: a dirlo è uno studio condotto dagli scienziati dell’Imperial College di Londra. In Inghilterra, infatti, le piscine stanno riaprendo e il team di ricercatori ha voluto scoprire qual è il rischio di trasmissione del Covid-19 in acqua clorata.

Wendy Barclay, dell’Imperial College di Londra, ha dichiarato: “Abbiamo eseguito questi esperimenti nei nostri laboratori ad alto contenimento a Londra, in questo modo siamo stati in grado di misurare l’infettività del virus e la sua capacità di attaccare le cellule”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: