Eco di Napoli

Flop Figliuolo, ieri solo 165.226 vaccinazioni. Molto lontani dalle promesse 500.000 al giorno

Tempo di lettura 1 minuto/i

Ieri abbiamo assistito alla celebrazione, da parte di molti media nazionali, delle 500.000 vaccinazioni effettuate in un solo giorno. Ma in realtà c’è poco da cantar vittoria e ben poco da celebrare. A più riprese il Generale Figliuolo commissario straordinario per l’emergenza del Governo Draghi, aveva assicurato che per la fine del mese di aprile più precisamente entro l’ultima settimana di aprile si sarebbero raggiunte le 500.000 vaccinazioni al giorno. E’ bastato un solo giorno per dar fiato agli squilli di tromba. In realtà il 30 aprile c’è stato un vero e proprio flop: solo 165.256 vaccinazioni.

A guardare i numeri della campagna vaccinale targata generale Figliuolo non c’è da stare così tranquilli. E i numeri sono una cosa oggettiva, non vanno dove tira il vento. Diventato commissario straordinario per l’emergenza sotto il governo di Mario Draghi, dopo il flop di Domenico Arcuri, il generale Figliuolo aveva promesso il tanto atteso cambio di marcia. E invece… Gli ultimi dati disponibili sul sito del governo, aggiornati alle ore 15.31 del 1 maggio  2021, e ripresi da una lunga analisi di BusinessInsider, segnalano per l’Italia un totale di 19.949.067 somministrazioni, per 5.955.692 persone vaccinate. La differenza tra i due numeri è dovuta al fatto che tutti e tre i vaccini oggi disponibili in Italia, e quindi Pfizer-Biontech, Moderna e Astrazeneca, necessitano di due dosi da somministrare a distanza di tempo l’una dall’altra. Insomma, quasi 20 milioni di persone hanno ricevuto almeno una dose, mentre quasi 6 milioni di italiani hanno completato l’intero processo di vaccinazione.

“A giudicare dai numeri – si legge nell’analisi – al momento le dosi non mancano: dal sito del governo emergono, infatti, 22.558.660 unità già consegnate e già a disposizione delle regioni. Rapportando questa cifra ai quasi 20 milioni di somministrazioni totali, si arriva quindi a una percentuale del 88,4%, che suggerisce scorte di vaccino disponibili nei frigoriferi in Italia complessivamente pari a poco più del 10% di quanto consegnato dalle case farmaceutiche.

30 aprile
Vaccinazioni al 30 aprile ore 06.00

 

 

 

 

 

vaccinazioni 1 maggio
Vaccinazioni al I maggio ore 06.00

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: