Eco di Napoli

Gli oli essenziali par battere la depressione da quarantena per coronavirus

Tempo di lettura 4 minuto/i

Come agiscono gli antidepressivi naturali

Ci sono tanti rimedi antidepressivi che la Natura mette a nostra disposizione per alleviare il senso tristezza che accusa la persona soggetta a quello che ormai è diventata una vera e propria clausura. Vediamo come agiscono su depressione e ansia da quarantena.

Gli antidepressivi naturali sono integratori alimentari a base di estratti di erbe o piante officinali e sostanze naturali, capaci di agire sull’umore.

Nella prassi medica vengono riconosciute e tenute distinte due tipi di depressione, in base alla causa: una depressione biologica, e una depressione psicogena.

La depressione biologica è provocata dall’alterazione nei meccanismi neurotrasmissivi, per cui gli antidepressivi naturali saranno composti da piante attive sui neurotrasmettitori, che sostengono la loro funzione di veicolare le informazioni, fra le cellule componenti il sistema nervoso, e di regolare l’umore.

La depressione psicogena è invece dovuta ad una serie di reazioni e conflitti interiori conseguenti a un evento, che ha modificato esageratamente l’umore del paziente. Per questo tipo di disturbo gli antidepressivi naturali saranno composti da fiori di Bach, e olii essenziali, che apportano benefici sugli stati depressivi, ponendo il paziente di fronte a tutti quegli aspetti della propria vita, che possono in qualche modo essere la causa della depressione e attuare in questo modo il cambiamento e la guarigione.

Depressione e umore

La depressione è definita un disturbo dell’umore, contraddistinto da una serie di sintomi fisici, comportamentali e di natura psicologica che, nel loro insieme, sono in grado di diminuirne il tono, debilitando la persona e minando la sua capacità di adattamento.

Ogni persona possiede un proprio tono dell’umore che tende a manifestare con maggiore frequenza. Questo può essere considerato come caratteristico del soggetto, quale abitudine caratteriale e come parte del temperamento della persona. Esso è il risultato sia di una dotazione biologica di base dell’individuo, della sua costituzione ereditaria, sia delle modificazioni dovute all’ambiente di crescita e sviluppo della personalità (inclusi i fattori presenti nel corso della vita intrauterina). Dunque Il concetto di tono dell’umore indica l‘aspetto emotivo della nostra attività mentale di fondo.

Tuttavia, il tono dell’umore dipende anche dalla produzione di endorfine secrete dal nostro cervello. Queste sostanze sono dotate di proprietà analgesiche o stimolanti, simili a quelle della morfina e dell’oppio, ma con portata più ampia e non tossica. Quando un particolare impulso nervoso raggiunge la colonna vertebrale le endorfine vengono rilasciate in condizioni specifiche e in occasione di particolari come attività fisiche estenuanti (bodybuilders e/o atleti di livello avanzato sono dipendenti dell’allenamento intenso che causa grande rilascio di endorfine), stati meditativi profondi e forti emozioni.

Gli effetti principali del rilascio di endorfine si manifestano come uno stato di euforia o di sonnolenza, più o meno intenso a seconda della quantità rilasciata, che possono anche verificarsi in conclusione di un rapporto sessuale, da cui deriva probabilmente la tipica condizione psicofisica ad esso correlata.

Gli antidepressivi naturali per la depressione psicogena dovuta a quarantena per coronavirus: i Fiori di Bach

I fiori di Bach per la depressione rappresentano una terapia di tipo vibrazionale che aiuta ad affrontare i disagi emotivi e i disturbi psicosomatici che accompagnano questo disturbo. Scoperta ed elaborata negli anni ‘30 dal medico inglese Edward Bach la floriterapia si basa sul principio per cui la manifestazione della malattia non è altro che l’effetto fisico di cause psicologiche, una sorta di “strumento” di cui la nostra anima si serve per farci prendere coscienza del nostro modo sbagliato di vedere o affrontare la vita. L’azione profonda dei fiori di Bach migliora e corregge gli squilibri emozionali, causati da eventi esterni, o da un atteggiamento negativo scaturito dalla nostra personalità, promuovendo la virtù opposta allo stato d’animo specifico che stiamo vivendo.

Una volta che recuperiamo la guarigione emotiva, si possono osservare benefici anche a livello fisico, come il miglioramento dell’umore e della vitalità. Tra i fiori di Bach antidepressivi ricordiamo Sweet Chestnut, Gentian, Wild Rose, Gorse e Mustard. L’acquisto dei fiori di Bach avviene principalmente in erboristeria o in farmacia dove è possibile farsi preparare la propria miscela personale. Questa miscela viene composta dal floriterapeuta, omeopata o naturopata dopo un’intervista-colloquio, volto a far emergere le problematiche che attanagliano la persona, per associarle ai rimedi floreali corrispondenti agli stati d’animo alterati.

 

Gli antidepressivi naturali: gli oli essenziali

Gli oli essenziali sono i rimedi utilizzati dall’aromaterapia, una cura naturale olistica, che interviene su processi fisici, mentali e spirituali, riequilibrando lo stato di salute generale. Gli aromi che provengono da fiori, foglie, bacche e cortecce, infatti, possono essere considerati “l’anima delle piante”, poiché sono il risultato dell’estrazione delle loro sostanze volatili.

La loro azione non è mai solo qualcosa di limitato e altamente specifico a un organo o un apparato, ma essi svolgono un’attività generale sull’organismo. Infatti, attraverso la percezione degli odori, l’aromaterapia coinvolge la sfera dell’emotività, la memoria, la sensibilità e tutte le aree cognitive correlate; oltre al sistema endocrino e quello immunitario.

A differenza degli altri sensi, le stimolazioni olfattive sono le sole a passare direttamente nella corteccia cerebrale, senza essere filtrate dal centro recettore del talamo per un’analisi preliminare. Le molecole aromatiche che si diffondono nell’aria raggiungono così la parte superiore delle cavità nasali. Qui le cellule olfattive, una volta sollecitate, trasformano lo stimolo chimico in impulsi elettrici che a loro volta stimolano i centri deputati all’odorato. Questo spiega come mai un odore o un profumo possa evocare istantaneamente ricordi estremamente vivi di esperienze vissute anche molto tempo addietro, in modo molto più intenso di quello evocato da un’immagine o da un suono.

Per questo motivo l’ausilio di olii essenziali sono molto indicati nel trattamento della depressione, dell’ansia, nelle turbe emotive e nei disturbi dell’umore. I più indicati per la loro azione antidepressiva sono: l’olio essenziale di arancio, bergamotto, neroli, salvia, cannella e cipresso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: